original vintage posters shop
Home » note tecniche

note tecniche

 - MILANO MANIFESTI

 

PRINCIPALI TECNICHE DI STAMPA DEI MANIFESTI

  

LITOGRAFIA (dal greco λίθος, lìthos, "pietra" e γράφειν, gràphein, "scrivere") è una tecnica di riproduzione meccanica delle immagini. Il procedimento venne inventato nel 1796 dal tedesco Alois Senefelder. Il principio della litografia è il seguente: sul blocco di pietra, opportunamente levigato con pomice o sabbia, vengono  disegnati in negativo testi e figure con una matita grassa. La pietra viene poi bagnata. I tratti disegnati, essendo grassi non trattengono l’acqua, mentre invece gli altri si e restano bagnati. Si passa poi l’inchiostro e si pressa sulla pietra un foglio bianco, tante volte quante sono i colori. Le lastre di pietra vennero sostituite nei primi anni del 1900 con  lastre di zinco, più maneggevoli. Con gli anni cinquanta la litografia tende a scomparire per la produzione di stampe a grande tiratura per essere sostituita dalla stampa in offset, che garantiva una costanza qualitativa anche alle ultime copie della tiratura.  Alla lente di ingrandimento una stampa litografica presenta un continuum di colore, al contrario della stampa offset che presenta una retinatura. Al tatto, soprattutto nelle litografie più antiche la percezione è di una superficie grassa e vellutata. Per i dettagli vedi la voce “litografia” su wikipedia. 

 - MILANO MANIFESTI

OFFSET (letteralmente “fuori dal set”, ovvero dalla base) è un processo di stampa planografico che si basa sullo stesso fenomeno di repulsione tra acqua e inchiostro grasso che caratterizza la litografia. Al contrario di questa però i segni della matita grassa sul supporto vengono prima trasferiti a un cilindro gommato e poi da questo alla carta di stampa, che è montata su un rullo. Il principale  vantaggio è che il cilindro di caucciù permette di mantenere un'elevata qualità di stampa anche su supporti non perfettamente lisci rendendolo un sistema ideale per stampare ogni tipo di carta e se ne possono fare molte più copie senza alterazioni di qualità. La stampa offset dei manifesti è la tecnica più utilizzata dal dopoguerra. E' facilmente riconoscibile alla lente di ingrandimento in quanto presenta una retinatura, ovvero dei piccoli poligoni diversamente colorati che nell'insieme e da lontano rendono le sfumature cromatiche. Per i dettagli vedi la voce “offset” su wikipedia. Se si conosce l'epoca di produzione di un certo manifesto, ad esempio gli anni venti, è praticamente impossibile che sia stato prodotto in offset. Se in più si conosce dalla letteratura che si trattava di una litografia e l'esemplare che si sta esaminando è in offset si può esser certi che si tratta di una riproduzione.

  

 

 PER QUALSIASI INFORMAZIONE   339.6616415   OPPURE      info@milanomanifesti.it  

 

 - MILANO MANIFESTI

 TECNICHE DI CONSERVAZIONE 

  

Di seguito si cercherà di descrivere le tecniche più comuni di conservazione di un manifesto.

Queste modalità sono tutte disponibili per i manifesti acquistati presso Milano Manifesti. 

Ognuna ha i suoi vantaggi e svantaggi, in linea di massima Milano Manifesti preferisce conservare il manifesto allo stato originario, lasciando al cliente la scelta della modalità che preferisce, ma assistendolo se vuole in tutte le fasi utili dall'acquisto alla esposizione domestica.

Il cliente può acquistare il manifesto nello stato in cui si trova o incaricare Milano Manifesti della confezione del prodotto finito pronto per la esposizione in casa, in ufficio o in un locale pubblico.  

I manifesti più importanti sono stati comunque telati e sono pertanto pronti a qualsiasi soluzione espositiva. 

Per ulteriori informazioni non esitate a contattarmi al 339.6616415 o a scrivere a info@milanomanifesti.it

  

FODERATURA SU CARTA 

            Il manifesto viene incollato con colla reversibile, antimuffa e antiacido su supporto di carta antiacida. lo scopo è prevalentemente conservativo. così montato può essere incorniciato, montato su cartone o su tela e appeso direttamente.

            Principale vantaggio: ottima conservazione e costo contenuto.

            Principale svantaggio: rischioso appenderlo senza intelatura o cornice. Soprattutto se il manifesto è di grandi dimensioni è possibile che tenda a scendere nella eventuale cornice.

  

FODERATURA CON TELA (TELATURA)

 

           il manifesto viene incollato, sempre con colle antimuffa,  antiacido e reversibili, su carta antiacida incollata su tessuto più o meno sintetico e più o meno spesso. Lo scopo è conservativo e espositivo. Così montato può essere appeso come tale, incorniciato o montato su base di cartone o telaio di legno. In aggiunta, attraverso questo tipo di foderatura, è possibile rimediare ad alcuni inevitabili danneggiamenti del tempo, come piccoli e grandi strappi, sfrangiature di bordi, mancanze, irrigidimento o sfogliatura della carta. Su tale base di sicurezza fornita dalla intelatura con interposizione di carta è poi possibile lavorare ulteriormente per colmare lacune con intervenenti a pennello. 

              Vantaggi: conservazione al riparo dall'opera di muffe e funghi, facile manovrabilità senza rischio di strappi e esposizione senza necessità di protezione, omologamente alla sua destinazione originaria di affissione stradale. 

             Svantaggi: costo, rischio che il tessuto non segua i movimenti della carta generando bolle o strappi (evitabile con le tecniche più aggiornate), difficoltà ad apprezzare la consistenza della carta

 

MONTAGGIO SU CARTONE

 

           Il manifesto viene incollato, sempre con colle reversibili, su carta antiacida e questa incollata su un doppio cartone con anima alveolare traspirante. Lo scopo è conservativo e espositivo. Così montato può essere appeso come tale o incorniciato con una cornice anche molto sottile e senza vetro.

             Vantaggi: leggerezza elevata, facile manovrabilità senza rischio di strappi e esposizione senza necessità di protezione, omologamente alla sua destinazione originaria di affissione stradale.

             Svantaggi: costo, necessità di conservarlo rigido senza poterlo arrotolare 

  

MONTAGGIO SU TELAIO DI LEGNO (INTELAIATURA)

        

   Il manifesto, intelato o incollato su carta lasciando un bordo più largo, viene fatto girare intorno ad un telaio di legno e a questo fissato con borchie o graffette, sui lati o sul retro.  lo scopo è conservativo e espositivo. così montato può essere appeso come tale, risulta non costretto e gradevolemente sporgente dal muro. 

            Vantaggi: discreta leggerezza, facile trasportabilità e esposizione senza necessità di protezione, omologamente alla sua destinazione originaria di affissione stradale.       

            Svantaggi: costo, necessità di conservarlo rigido senza poterlo arrotolare. 

 

INCORNICIATURA

 

          Il manifesto nel suo stato originario, piuttosto che montato su carta o intelato, viene incorniciato in modo tradizionale sotto vetro o senza vetro. Il vetro può essere museale antiriflesso (molto costoso !) o tradizionale. lo scopo è conservativo, soprattutto se sottovetro, e espositivo. 

           Vantaggi: protezione dagli agenti atmosferici e conferimento di una certa eleganza classica all'oggetto. 

           Svantaggi: peso e ingombro. 

 

 

 A RICHIESTA DEL CLIENTE VIENE FORNITA ASSISTENZA GRATUITA IN TUTTA ITALIA NELLE FASI DI TELATURA, INTELAIATURA, INCORNICIATURA ED ESPOSIZIONE CHE, RICORDIAMOLO, DEVONO ESSERE CURATE IN MODO PROFESSIONALE PER GODERSI L'OPERA SENZA ROVINARLA

 

 

PER QUALSIASI INFORMAZIONE:    339.6616415   -      info@milanomanifesti.it 

 

TECNICHE DI ESPOSIZIONE

 

        In tutti i casi presentati qui a fianco (montaggio su carta o cartone, intelatura e intelaiatura) si pone il problema di come appendere il manifesto sulla parete scelta.

          Se il manifesto è stato incorniciato, montato su cartone o su telaio di legno, può essere appeso con semplici ganci ancorati alla struttura.

          Esistono tuttavia altre soluzioni, più economiche e più vicine alla loro naturale affissione stradale. Il manifesto infatti, come tale se la carta tiene o montato su un supporto leggero di carta e/o tela, può essere fissato al muro con diverse soluzioni molto semplici:   

  - barre di legno: il manifesto viene fissato a due barre di legno, una superiore e l'altra inferiore attraverso fermagli o mollette da cancelleria o, se intelato anche con puntine o chiodini affondati ovviamente nella tela e non nel manifesto. Un esempio è il "Le Nil" della foto qui sotto. 

  - barre a scatto: si tratta di due doppie barre di alluminio a molla che trattengono il manifesto, quella in alto, e lo tengono teso, quella in basso  

  - bande, dischi e chiodi magnetici: si tratta di bande ferrose o magnetiche fissate alla parete in alto e in basso con nastro biadesivo. Soluzioni analoghe sono rappresentate da dischi magnetici autoadesivi o chiodi magnetici a testa larga. In tutti questi casi il manifesto viene poi retto da magnetini posti in corrispondenza dei supporti.   

 

 

PER QUALSIASI INFORMAZIONE :  339.6616415   ,    info@milanomanifesti.it 

 

 

 - MILANO MANIFESTI

PUBBLICAZIONI CONSULTABILI IN SEDE

AUTORE

TITOLO

ANNO

 

 

 

AA.VV.

Fly now, a colorful story of flight

2007

AA.VV.

Cappiello (mostra Livorno )

1961

AA.VV.

Cappiello (mostra Lione)

1961

AA.VV.

Cappiello (mostra Ginevra)

1962

AA.VV.

Japanische Plakate heute,Zurich Ausstellung 1979

1979

Anonimo

Fotografie del Borghese luglio-dicembre 1967

1967

AA.VV.

La donna nel manifesto (mostra catalogo)

1970

AA.VV.

150 Jahre Reclam 1828-1978. Geschichte von Philipp Reclam

1980

AA.VV.

I cartelli murali in Italia 1891-1930

1981

AA.VV.

Cappiello (mostra atelier Cappiello Parigi)

1981

AA.VV.

La litografia: 200 anni di storia, arte, tecnica

1983

AA.VV.

I manifesti frivoli

1987

AA.VV.

Capolavori italiani nel manifesto liberty 1880-1918 (conferenza a Riccione)

1988

AA.VV.

Armando Testa , catalogo mostre New York e Los Angeles

1988

AA.VV.

Cappiello (mostra Parigi)

1993

AA.VV.

Cappiello, Portraits de charactere, affiches  (mostra )

1994

AA.VV.

Da Dudovich a Testa. L’illustrazione pubblicitaria della Martini e Rossi

1996

AA.VV.

Deutsche Modephotographien 1945-1995

1995

AA.VV.

Messaggi…in maglia. Mostra Manifesti Maglieria 1926-1985

1986

AA.VV.

Armando Testa

2001

AA.VV.

Il manifesto FIAT  - Das FIAT Plakat 1899-1965

2002

Accardi A.

25 anni nel segno della cultura

2003

AA.VV.

Immagini della montagna italiana. Marchi di fabbrica,libri e carte geografiche

2006

AA.VV.

Cinzano-Il catalogo di Archivi storici Santa Vittoria

 

Althaus T.

Le cirque à l’affiche

1989

Anchee Min

Chinese propaganda  posters

 

Anikst A., Chernevich E.

Russian graphic design 1880-1917

1990

Anonimo

Un secolo di manifesti

2002

Anonimo

Alte Reklame-catalogo conferenza Hilton Hotel di Vienna

1996

Aste Bolaffi

Il Tesoro dei Magazzini Mele

2007

Aste Bolaffi

Cataloghi d’asta 2004-2015

 

Aulich J.

War posters, weapons of mass communication

2007

AVillari A., Cimorelli D.

Manifesti: viaggio in Italia attraverso la pubblicità 1895-1960

 

Ballester A.

Le origini del manifesto cinematografico

1981

Barnicoat

Los Carteles: su historia y su lenguaje

2003

Benzi F.

Il Deco in Italia

2004

Boschiero N.

Casa d’Arte Futurista Depero

2008

Brunazzi G.

Nespolo’s  Posters

1997

Brunelli P.P.

Elogio del manifesto

 

Cadringher G. , Wealleans A.

Manifesti navali

2009

Cadringher G., Wealleans A.

12 affiches de la Ville de Nice

1986

Callegari P.

La vita e l’arte di Toulouse Lautrec

1973

Canali C.

Jens Lorenzen (cat. mostra)

2009

Cassoni E.

Il Cartellonismo e l’illustrazione in Italia dal 1875 al 1950

1984

Cavadini N. Et al.

Federico Seneca (1891-1976)

2016

Cavalli R.

Le opere del museo del manifesto ticinese

2010

Choco M.H.,Jones D.L.

Posters of the Canadian Pacific

2004

Christie’s

Andy Warhol’s Mao

2006

Cirio P.

Archivi storici Santa Vittoria

1994

Cole B.,Durack R.

Railways Posters 1923-1947 (National Railways Museum York)

1992

Comune di Alassio

Un mare di vacanze

1997

Comune Milano

La Belle Epoque dei giornali italiani del manifesto

1969

Cova

The bag Art Factory-Bovisa Art Gang

2004-2005

Craxi B.

Dieci posters del Partito Socialista Italiano

1968

Curci R., Goriige G.

La dodicesima effige

1983

Dangelo S.

Innocente Gandini, 25 anni e sottrazioni

1990

De Gex J.

The art of skiing (posters from the Beekley collection)

2006

De Micheli M.

Manifesti rivoluzionari

1973

De Toledo M.

Tout Paris (rivista)

1913

Devynck T.

Villemot-Peintre en affiches

2013

Falabrino G.L.

Effimera e bella

2001

Farina F.

L’estate della grafica

1988

Favre T.

L’auto s’affiche

2007

Festi R., Gullo L.

I colori delle Dolomiti nei manifesti di  Franz j. Lenhart

2000

Festi R., Manzato E.

Le dolomiti nei manifesti

1990

Festi R.

Manifesti dello champagne italiano

2004

Fondazione Mazzotta

Visioni del Fantastico e del Meraviglioso (prima dei Surrealisti)

2005

Frebourg O.

Viaggiare attraverso i manifesti

2004

Gaja F.

La rivoluzione in diretta dai muri di Francia 1789-1795. Manifesti rivoluzionari

1974

Gallo Max

The poster in history

1974

Gallo Max

I manifesti

1976

Gasquet V.

Les 500 affiches du mai 1968

1978

Gelli P.

Tecnica calcografica

1990

Gianelli I.

Meret Oppenheim

1983

Glaser M.

Manifesti Folon 2 ex

1978

Gruppo Antropologico Cremasco

Il liberty a Crema

2005

Gusmano A.

Identificazione di stampe antiche e moderne

1990

Hazan F.

L’impressionisme

1977

Heiman J., Silver A.

Travel (100 years of travel posters)

2010

Heller S.

Sex appeal

2000

Heller S. e Fili L.

Italia Art Deco

1993

Janus

Les tres riche heures de l’affiche valdotaine

1990

Jimenez R.

Album de la Revoluciòn cubana (2)

 

Keen G., La Rue M.

Underground graphics

1970

Koetzle H.M.

Photo Icons

1981

Kraus T.P. , Wyer W.J.

Ursus Books 35 years

 

Leonini L.

Guida all’antiquariato ‘800-‘900

 

Lhote J.M.

Le XX siècle d’affiche

1994

Lorenzi A.

Milano in cartellone

1987

Lynder F.

Kinder, wie die Zeit vergeht

1977

M&B Publishing

Credere, obbedire, convincere

2003

M&B Publishing

La cartolina politica

2004

Margolin V.

American Poster Renaissance

1975

Marsano Beba

Manifesti XX secolo

2003

Marziano Brignoli Comune di Milano

Milano 1915-1918. Manifesti di guerra

 

Masini L.

Art Nouveau

2012

Matthaes G.

Manuale del collezionista d’arte

1997

Mc Mullan J.

The Theater posters

1998

Menegazzi A.

Il manifesto italiano

1995

Menegazzi L.                                 

L’epoca d’oro del manifesto

1977

Meyer-Friese B.

Schiffplakate:seereisen im spiegel zeitgenoessischer Werbung

2002

Ministero per I beni culturali e ambientali

Mitologia e iconografia del XX secolo nel manifesto italiano dal 1895 al 1914

1979

Muritti E.

Gruau e l’immagine bemberg

1986

Museè de l’affiche, Paris

La petite reine, le velò en affiches a la fin du XIX siecle

1979

Museo di Varsavia

100+1  Lat Plakatu

1986

Museo di Varsavia

Polska Grafika

1988

Museo di Varsavia

Muzeum Plakatu

1988

Noel B.

Magritte

1977

Ogliari F.

La lombardia nei manifesti d’epoca

2003

Pacini P.

Moulin Rouge

1989

Pascual E.

Conservar y restaurar papel

2005

Perruchot H.

Toulouse Lautrec

1962

Picone Petrusa M.

I manifesti Mele

1988

Piozzi V.

Pubblicità in Italia 1983-1984

1986

Pizzinini M.

Alt-Tirol im Plakat

1983

Regazzoni G.

Type & Style. Storia dei caratteri tipografici da Gutemberg ai digitali

2014

Remondino L.

Il veicolo pubblicitario

 

Rennert J.

Cappiello-The posters of Leonetto Cappiello

2004

Rey R.

La Parisienne de Touchagues

1949

Ross M.

Razzia, 25 years of poster art

2007

Rossi Attilio

Il manifesto italiano

1965

Rovai S., De Polo C.

Fratelli Alinari

1997

Ruspoli C.

Backstage Pirelli 1964-2005

2005

Salvador A.M.

Placeres ocultos: gay y lesbians en el cine espanol de la transacion

2010

San Pietro S.

Trent’anni l’Archivolto

2010

Sanders D.

The world’s best advertising photography

1994

Sangiorgi G. , Mascherpa G., Veronesi G.

Grafica Ricordi

1967

Sanpietro S. Gallo P.

Window Displays/Vetrine

2007

Schnapp T.J.

L’arte del manifesto politico

2005

Scudiero M., Clo C.

Frutti d’Italia

2003

Scudiero M.,Cirulli M.,Alegi G.

Oggi si vola, manifesti, pitture e sculture aereonautiche

2003

Scudiero M. et al.

Planetspotting, manifesti aereonautici italiani 1910-1943

2003

Silver A.

Travel: 100 anni di pubblicità di viaggi

2010

Soleri E.

I muri raccontano: 100 anni di manifesti stampati dalla Pozzo Gros Monti

1991

Spazio Tadini

1968 I manifesti del maggio francese

2009

Steiner A.

Il manifesto politico

1978

Surovy Geza

The art of the airways

2002

Taverna C.

I manifesti di Milton Glaser (catalogo mostra)

1989

TDM

L’Europeo  (rivista)

2007

Testa V.

Kawaii Art

2011

Tubbs D.B.

Art and the Automobile

1978

Vella Jason

I manifesti della II guerra mondiale

1978

Viénot J.

L.Cappiello, sa vie et son oeuvre (preface par J.Cocteau)

1946

Walton D.

A Rockwell Portrait

1978

Weill A.

L’Affiche dans le monde

1984

Woodroffe P.

Mythopoeikon

1976

Yang Pei Ming

Chinese propaganda poster

2011

Zega M.E.,Gruber J.E.

Travel by train, the American railroad poster 1870-1950

2002

FACEBOOK

MILANO MANIFESTI
MILANO MANIFESTIvia G.Thaon di Revel 1220159 Milano, ItalyP.IVA: 08766450962Tel: +393396616415info@milanomanifesti.it
original vintage poster shop negozio di manifesti pubblicitari originali manifesto originale d'epoca<