descrizioni, prezzi e modalità di acquisto

titolo: spesso il titolo coincide con il prodotto, con il servizio o con la località pubblicizzata. In alcuni casi è utilizzato l’appellativo dato all’immagine da parte della ditta, di critici d’arte o semplicemente della consuetudine. E’ il caso dei manifesti “Scarpette rosa” di Villemot, o della “Sfera e mezzo” di Armando Testa, o del “diable vert” relativamente al Maurin Quina di Cappiello 

L.Cappiello 1930

autore e anno: In caso l’autore sia conosciuto ne viene riportato il nome, altrimenti viene indicato come non consociuto. L’anno indicato accanto al nome vorrebbe essere l’anno del disegno. Scrivo “vorrebbe” in quanto in alcuni casi l’anno del disegno compare accanto alla firma, in altri è desumibile dalla letteratura, ma in altri ancora non compare accanto alla firma nè si trova alcunchè di attendibile in letteratura. In questi casi, che sono la maggioranza, l’anno indicato è quello di produzione del manifesto che spesso compare accanto al nome dello stampatore o si trova in letteratura. In caso che il manifesto proposto non sia la prima edizione questo viene specificato indicando anche il nome dello stampatore dell’esemplare, è il caso ad es. dei manifesti Le Thermogene di Cappiello o dei Martini di Dudovich. Il primo manifesto Thermogene è stato infatti prodotto nel 1909 da Vercasson a Parigi , ma poi è stato riproposto dalla stessa ditta belga fino ai giorni  nostri in numerose edizioni in cui cambiano anche le scritte e il formato. Caso analogo è quello dei manifesti Dudovich per la Martini, prodotti a inizio del secolo e poi fatti ristampare dalla Martini negli anni 60 per i tipi della Tipografia Teatrale Torinese o della Società Tipografica Piemontese.

dimensioni : sono le dimensioni reali del manifesto, non quelle della eventuale bordo di telatura, cornice o passepartout.

condizioni : le condizioni, ovvero lo stato di conservazione del manifesto sono indicate secondo la consuetudine con le prime tre lettere dell’alfabetoUn manifesto in condizioni A è un manifesto in ottime condizioni, senza perdite di materiale e con i colori ancora freschi. Ai bordi possono esserci piccoli strappi o segni di schiacciamento, ma entrambi non devono riguardare l’immagine. Eventuali segni di piegatura sulla immagine sono consentiti solo se scompaiono una volta tesa la superficie ad esempio con la telatura. La classificazione in condizioni B riguarda invece un manifesto in buone condizioni, i colori sono belli, vi sono strappi o perdita di materiale che però non devono compromettere l’immagine, un restauro moderato è utile, ma non indispensabile. Infine condizioni C significa che strappi e perdite sono evidenti, anche sull’immagine, e/o che i colori si sono alterati col tempo.   

tecnica di conservazione : specifica se il manifesto è intelato, foderato su carta o incorniciato, se nulla è indicato significa che il manifesto sin trova nelle condizioni di origine.  

fasce di prezzo : i manifesti presentati nella galleria fotografica, così come altri che potrete trovare in sede, sono tutti originali, hanno prezzi molto differenti, da poche decine a molte migliaia di Euro e sono divisi in fasce.

fasce di prezzo: A < 500 € , B 500 – 1000 € , C > 1000 €

  Il prezzo dipende da fattori come la rarità, l’autore, il soggetto, la domanda, e così via. IPer uno stesso manifesto il prezzo varia anche da un esemplare all’altro. I manifesti originali sono dei multipli, ma ognuno è a suo modo unico. In decenni di collezionismo ho imparato che non esistono due esemplari uguali dello stesso manifesto. Possono variare un pò i colori, o le dimensioni, anche se solo di pochi centimetri, un esemplare può essere stato tenuto in piano, o arrotolato o piegato e questo fa la differenza, così come la presenza di più o meno numersoi strappetti, o accartocciamenti ai bordi, tipici di certe spedizioni. Ogni esemplare di uno stesso manifesto è dunque diverso, e può essere che di uno stesso manifesto sia disponibile in negozio più di un esemplare. Essendo ovvio che non posso metterli tutti sul sito, la mia politica è di inviare all’interessato foto dettagliate dell’esemplare che gli arriverà. E’ principalmente per questo motivo che viene indicata una fascia di prezzo e non un prezzo esatto. Quando avete scelto il vostro manifesto riceverete almeno 5 foto fronte e retro con i particolari di quel certo esemplare che state acquistando. Potrete così verificare la eventuale presenza di piccole imperfezioni, segni di usura, strappetti e eventuali riparazioni. Riceverete esattamente quell’esemplare e non avrete la sorpresa di vedervi arrivare un fratellino un pò più malmesso. Ricordate comunque che in caso di insoddisfazione verrete rimborsati.

  Come fare per acquistare un manifesto :

individuarlo attraverso il box di ricerca, le gallerie o i filtri per autore, prezzo, dimensioni ecc

– cliccare sulla immagine e poi sulla richiesta di maggiori informazioni. In alternativa potete usare la sezione “contatti” , o inviare un SMS o telefonare dalle 9 alle 21 ai numeri 339.6616415    339.1496417 o scrivere info@milanomanifesti.it                                                                      

potrete così ottenere informazioni specifiche, foto di dettaglio, prezzi e altro, anche via WhatsApp o in videochiamata

– pagherete poi con bonifico bancario, paypal, ricarica telefonica o vaglia postale, indicando nome e cognome, indirizzo di spedizione e un recapito telefonico

– entro tre giorni il manifesto viene spedito unitamente ai relativi documenti (certificato di autenticità, ricevuta/fattura) e viene inviata una mail con i dati di tracciabilita della spedizione  

Ripensamenti e facilitazioni

– in caso di acquisto per qualsiasi motivo insoddisfacente e’ possibile rinviarmi entro 15 giorni il manifesto acquistato e ne rimborsero’ il prezzo di acquisto ad esclusione delle spese di invio

– è possibile bloccare un manifesto con un acconto da concordare, tale acconto ha carattere di caparra confirmatoria e il saldo deve essere effettuato entro 30 giorni 

– la spedizione in Italia è gratuita per acquisti superiori a 300 Euro, all’estero invece per importi superiori ai 500 €.