Cinghificio nazionale

0,00

  • Autore: A. Mauzan
  • Anno: 1921
  • Dimensioni: cm 200 x 140
  • Tecnica: litografia
  • Condizione: A
  • Fascia: B

Descrizione

Incredibile e decisamente scorretta l’immagine di questa manzetta giuliva che generosamente sfila la propria pelle per crearne cinghie di trasmissione meccanica. Solo lo slancio provocatore di Mauzan poteva inventarsela, aggiungendo a sovrammercato le banderillas tipiche della corrida più crudele. Manifesto difficile, oggigiorno improponibile, ma che bene rende la qualità del prodotto, unico e indistruttibile. Inevitabile il rimando ai fondi neri di Cappiello dai quali le sue fantasmagoriche immagini balzavano fuori dai muri per la gioia dei passanti.